Statuto del club

Parte prima:

Premessa Generale.-

Art.1

Campeggio Club Vicenza (CCV)

    1. Il Campeggio Club Vicenza, fondato a Vicenza il 17 gennaio 1957, è un’associazione turistica – sportiva, che cura rappresenta e tutela tutti gli interessi dei suoi soci, in qualsiasi forma attuata ed intesa come attività turistica, sportiva, ricreativa e d’impiego del tempo libero, in funzione dello sviluppo culturale, psicofisico e sociale dei campeggiatori.

 

    1. Non ha fini di lucro, ha sede in Vicenza, ha durata illimitata.

 

Art.2

Scopi.

    1. Promuovere, sostenere e tutelare l’attività campeggistica, sia in forma individuale che collettiva, dei propri associati.

 

    1. Collaborare con Enti, Associazioni, Unione Regionale del Campeggio e Confedercampeggio allo scopo di sviluppare e facilitare la diffusione del campeggio.

 

    1. Stimolare ed attuare provvidenze a favore dei propri associati.

 

    1. Svolgere attività editoriale per la pubblicazione di giornali, libri, opuscoli, riviste e quant’altro utile per informare e educare al campeggio, turismo e vita all’aria aperta i propri associati.

 

    1. Operare per ottenere da Comuni, Enti e privati, terreni idonei in proprietà, in concessione, in locazione, per la realizzazione di parchi di campeggio e/o di strutture idonee e utili per i campeggiatori e per la loro gestione.

 

Art.3

Autonomia giuridica, amministrativa e patrimoniale

Il CCV ha patrimonio proprio e gode d’autonomia giuridica, patrimoniale e amministrativa.

Art.4

Patto Federale

Il CCV per quanto attiene al campeggio, accetta lo statuto ed i regolamenti della Confedercampeggio, in ogni parte e ad ogni effetto, e s’impegna ad osservarli.

Art.5

Prima disposizione

Le cariche negli organi sociali sono a titolo gratuito e coloro che le occupano devono tutelare l’interesse del CCV

Art.6

Seconda disposizione

Per quanto non espressamente previsto dal presente statuto e dal regolamento interno, valgono le norme del Codice Civile.

Parte Seconda

Organizzazione generale del C.C.V.

Art.7

Soci.

Possono divenire soci del CCV tutti coloro che ne facciano richiesta che praticano il campeggio nelle varie specialità e che godano di buona reputazione.

Art.8

Organi sociali

Sono Organi del club:

    1. L’assemblea dei soci

 

    1. Il consiglio direttivo

 

    1. Il comitato esecutivo

 

    1. Il Presidente

 

    1. I revisori dei conti.

 

Art.9

Assemblea dei Soci

L’Assemblea dei soci è Ordinaria o Straordinaria.

L’Assemblea Ordinaria.

    1. L’Assemblea è composta dai soci che hanno diritto al voto.

 

    1. L’Assemblea deve essere convocata almeno una volta l’anno per:

 

    1. Esaminare l’andamento dell’attività sociale

 

    1. Formulare gli indirizzi programmatici

 

    1. Approvare il conto consuntivo ed il bilancio preventivo, predisposti dal Consiglio Direttivo.

 

    1. Designare il numero dei componenti del Consiglio Direttivo, su proposta del CD. uscente, ed eleggere i componenti stessi esprimendo un numero di preferenze non superiore ai 2/3 degli eleggibili.

 

    1. Eleggere il consiglio dei Revisori dei conti e dei Probiviri alla scadenza del mandato.

 

    1. Adottare e modificare regolamenti interni

 

    1. L’Assemblea per l’elezione delle cariche sociali può essere tenuta anche per “referendum”

 

L’Assemblea Straordinaria

    1. Da convocarsi ogni volta che il Presidente lo ritenga opportuno o quando almeno un decimo dei soci né faccia richiesta motivata.

 

    1. Approva le modifiche allo statuto

 

    1. Decide sugli argomenti proposti.

 

Art.10

Il Consiglio Direttivo (CD)

1) Il CD è composto da 11 membri, il numero è proposto, ad ogni rinnovo, dal cd uscente e stabilito dall’Assemblea

2) I membri del CD sono eletti dall’assemblea a scrutinio segreto e rimangono in carica per

tre anni e possono essere rieletti.

3) Il CD elegge fra i propri membri un Presidente ed uno o due Vicepresidenti

4) Il Presidente nomina un segretario

5) Il CD è l�������������organo d’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea e può deliberare su tutte le

materie non riservate specificatamente all’Assemblea

6) il CD in particolare:

    1. predispone il regolamento interno per lo svolgimento dei lavori

 

    1. istituisce commissioni nominandone i componenti

 

    1. delibera circa l’indirizzo, lo svolgimento e l’estensione dell’attività del club nei limiti del presente statuto e delle deliberazioni dell’Assemblea dei soci.

 

    1. Formula le proposte da sottoporre alla trattazione dell’Assemblea dei soci.

 

    1. Predispone i bilanci preventivi e i conti consuntivi da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea

 

    1. Nomina i rappresentanti del club in seno all’Assemblea Regionale.

 

7) Il CD è convocato dal Presidente; per la validità della riunione occorre la maggioranza dei componenti.

8) I membri del CD, possono essere eletti anche per “referendum”, a mezzo schede elettorali vidimate dalla commissione verifica poteri, contenenti la lista dei candidati e inviate ad ogni socio a mezzo posta almeno 30 giorni prima dell’assemblea.

9) Non sono ammesse deleghe.

Art.11

Il Presidente

    1. Il Presidente è il legale rappresentate dell’Associazione; può compiere tutti gli atti non espressamente riservati ad altri organi sociali e s’intende investito di tutte le facoltà per il raggiungimento degli scopi statutari.

 

    1. In assenza del presidente i suoi poteri sono esercitati dal Vicepresidente più anziano d’età.

 

    1. Il Presidente per esigenze di servizio, può conferire deleghe per particolari mansioni ad uno o più componenti del CD.

 

Art.12

Il Comitato Esecutivo (CE)

    1. Il comitato esecutivo è formato dal presidente del CCV che lo presiede e da altri quattro membri, fra i quali il vicepresidente, il tesoriere ed il segretario.

 

    1. In caso d’assenza o indisponibilità del presidente, il comitato è presieduto dal vicepresidente

 

più anziano d’età

    1. Il CE addotta tutti i provvedimenti necessari per l’esecuzione delle deliberazioni del CD nelle materie e nei limiti di spesa da questo stabiliti.

 

    1. Il CE delibera in via d���urgenza, salvo ratifica, i provvedimenti di competenza del CD ad eccezione del bilancio preventivo.

 

    1. Le riunioni del CE sono valide con la presenza della maggioranza dei membri, non sono ammesse deleghe.

 

    1. Le deliberazioni sono adottate a maggioranza e sono immediatamente esecutive, anche se sottoposte a ratifica del CD.

 

    1. Il presidente può invitare alle riunioni del CE membri di commissioni e comitati, nonché esperti.

 

Art.13

Il segretario

    1. Il segretario dell’associazione può essere nominato e revocato dal Presidente, sentito il parere del CD anche al di fuori di questo. Se non è consigliere non ha diritto al voto.

 

    1. Il segretario cura l’attività degli organi sociali, prepara i lavori del CD, segue l’attuazione delle deliberazioni

 

    1. In caso d’assenza del segretario, le funzioni sono assunte dal Tesoriere o da un altro membro del CD, nominato dal Presidente.

 

Art.14

Commissioni e comitati.

Per il più efficace conseguimento degli scopi sociali il CD può istituire Commissioni e comitati di cui nomina i membri.

Le commissioni e i comitati hanno funzioni consultive e di proposta al Presidente per l’esame e lo studio delle questioni demandate alla rispettiva competenza.

Le modalità di costituzione e di funzionamento sono stabilite dal regolamento interno.

Art.15

Il Collegio dei Revisori.

    1. Il controllo dei conti è affidato ad un collegio composto di tre Revisori effettivi, eletti a scrutinio segreto dall���Assemblea.

 

    1. Il collegio dura in carica come il CD e decade con questo, ciascun membro può essere rieletto.

 

Art.16

Il Collegio dei Probiviri

Il Collegio dei Probiviri è composto da tre membri effettivi eletti dall’Assemblea a scrutinio segreto. Dura in carica come il CD e decade con questo. I membri effettivi nominano fra loro un Presidente e possono essere rieletti.

Art.17

Il Patrimonio

I beni mobili ed immobili di cui l’Associazione sia proprietaria per acquisti, lasciti, donazioni, nonché tutti gli altri valori di cui abbia piena disponibilità, costituiscono il patrimonio

Art.18

Le Entrate

    1. Le rendite patrimoniali, le quote sociali annuali, i contributi ed i proventi comunque derivanti dall���esercizio delle attività sociali, costituiscono le entrate disponibili per provvedere al conseguimento degli scopi statutari, in base ai predisposti bilanci preventivi.

 

    1. I fondi occorrenti per l’ordinaria gestione sono depositati presso uno o più istituti di credito ed i conti sono intestati al Campeggio Club Vicenza.

 

Art.19

I Bilanci

I bilanci preventivi e i conti consuntivi sono presentati dal CD al collegio dei Revisori dei conti e sottoposti all’approvazione dell’Assemblea.

Art.20

Regolamento interno

Per quanto non previsto dallo statuto il CD può predisporre un regolamento interno per il funzionamento dei servizi dell’Associazione.

Art.21

Modifiche allo Statuto

E del Regolamento interno

    1. Il presente Statuto può essere modificato su proposta del CD e in tal caso il Presidente iscrive la richiesta all’ordine del giorno della prima Assemblea straordinaria utile.

 

    1. L’Assemblea convocata a questo scopo in seduta straordinaria anche con il sistema del “Referendum”, deve essere costituita da almeno ¾ dei suoi componenti anche in seconda costituzione; le deliberazioni devono essere approvate dalla maggioranza dei presenti e aventi diritto al voto.

 

    1. Il regolamento interno può essere modificato dal CD, le deliberazioni devono essere prese a maggioranza, viene presentato per la ratifica alla prima assemblea utile dove viene iscritto all’ordine del giorno dal Presidente.

 

Art.22

Presidente onorario e

Soci onorari.

    1. L’Assemblea può attribuire su proposta del CD la qualifica di ” Presidente Onorario del Campeggio Club Vicenza” ad un socio che abbia ricoperto la carica di Presidente del C.C.V.

 

    1. Il CD può attribuire il riconoscimento di ” Socio Onorario del Campeggio Club Vicenza” a persone, organizzazioni ed Enti che si siano particolarmente distinti nel favorire lo sviluppo del campeggio.

 

 

Art.23

Scioglimento e liquidazione

    1. L’Associazione può sciogliersi soltanto con deliberazione dell’Assemblea.

 

    1. L’Assemblea che delibera lo scioglimento dell’Associazione, provvede anche alla nomina del liquidatore, indicando la destinazione da darsi al patrimonio.

 

Art.24

Entrata in Vigore

Il presente Statuto che sostituisce quello approvato a Vicenza il 17 gennaio 1957, entra in vigore 15 giorni dopo l’approvazione della prima Assemblea utile.

Regolamento interno del C.C.V.

Premessa generale:

Art.1

Cura sul proprio territorio gli interessi generali del campeggio, nelle sue varie forme e segue l’azione di tutti gli enti che si occupano di campeggio e di tempo libero e dei problemi connessi.

Art.2

Promuove l’educazione morale, spirituale e l’istruzione tecnica dei campeggiatori, nonché fornisce l’assistenza turistica sportiva ai campeggiatori mediante l’esplicazione del campeggio sia estivo sia invernale, l’organizzazione d’escursioni collettive, di raduni, di viaggi e mette a disposizione dei soci opportuno materiale.

Art.3

Promuove lo sviluppo della fotografia e della cinematografia campeggistica, artistica e naturalistica.

Art.4

Promuove ogni sorta di studi scientifici, storici, economici, artistici e letterari attinenti al campeggio, la natura ed il tempo libero.

Art.5

Concorre con qualunque forma di cooperazione con società, enti, privati, nonché in proprio all’esecuzione d’opere, alla stampa di pubblicazioni e al compimento di studi che abbiano attinenza con gli scopi sociali.

Art.6

Rilascia documenti di campeggio nazionali ed internazionali.

Art.7

Si vale di tutti quegli altri mezzi collettivi, oppure individuali che possono promuovere, facilitare ed estendere lo studio e la conoscenza del campeggio e di tutti i problemi ad esso inerenti.

Art.8

Promuove fra i soci l’associazionismo collettivo ricreativo, ludico e culturale ed anche l’aspetto agonistico ed ausiliario d’attività sportive.

Art.9

Promuove una sezione viaggi, che può trasformarsi in agenzia.

Art.10

Realizza un suo giornale, organo di stampa ufficiale del Club.

Art.11

Promuove concorsi per il raggiungimento degli scopi statutari.

Parte prima.

L’Assemblea

Art.12

L’Assemblea ha tutti i poteri per il conseguimento degli scopi sociali. E’ presieduta da un Presidente nominato dall’Assemblea stessa ad apertura dei lavori.

Art.13

Ogni socio in regola con il versamento della quota sociale ha diritto al voto; un socio pu�� essere rappresentato da un altro socio per delega.

Art.14

L’assemblea si riunisce almeno una volta all’anno in sede ordinaria per:

    1. Approvare il bilancio preventivo ed il conto consuntivo.

 

    1. Esaminare l’attività del CCV

 

    1. Determinare su proposta del CD le prestazioni ed i servizi a favore dei soci.

 

    1. Ratificare l’ammontare della quota sociale deliberata dal CD.

 

    1. Eleggere a scrutinio segreto fra i soci i componenti del CD in numero dispari pari a quello proposto dal CD uscente in ragione delle necessità, del collegio dei revisori dei conti e del collegio dei probiviri.

 

Art.15

    1. L’assemblea si riunisce in sezione straordinaria, ogni qualvolta il presidente lo ritenga opportuno od un decimo dei soci né faccia richiesta per:

 

    1. Approvare modifiche allo statuto

 

    1. Decidere sugli argomenti proposti.

 

Art.16

L’Assemblea è convocata dal Presidente almeno 20 giorni prima di quello fissato per la riunione, mediante avviso esposto nell’albo sociale e/o pubblicato nel proprio organo di stampa. L’avviso deve indicare gli argomenti posti all’ordine del giorno, il mese il giorno l’ora ed il luogo della riunione in prima convocazione, ed in mancanza del numero legale, il giorno il mese l’ora ed il luogo della seduta in seconda convocazione; quest’ultima deve essere almeno un’ora dopo quella fissata per la prima.

Art.17

L’assemblea è validamente costituita in prima convocazione con la presenza diretta o per delega di almeno la metà più uno dei suoi componenti, ed in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti, in caso di parità prevale il voto di chi presiede.

Art.18

L’assemblea può essere tenuta anche per ” referendum”, in tal caso è da considerarsi in seconda convocazione ed i risultati saranno esaminati da un’apposita commissione formata da almeno tre membri, nominati nel proprio seno da una riunione congiunta dei collegi dei revisori dei conti e dei probiviri.

Art.19

L’assemblea prima di insediare il seggio elettorale nomina fra i presenti la commissione verifica poteri e tre scrutatori.

IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Art.20

Il CD è composto da un numero dispari di membri non inferiore a cinque e non superiore a 11

Art.21

Il numero dei consiglieri viene proposto all’Assemblea per l’approvazione dal CD uscente prima dell’insediamento della commissione elettorale.

Art.22

L’elezione dei componenti del CD può avvenire anche per ” referendum” a mezzo servizio postale, in tal caso:

    1. Il CD uscente almeno trenta giorni prima dell’assemblea ordinaria, invia ad ogni socio la scheda elettorale vidimata da una commissione verifica poteri, contenente la lista dei soci che si sono candidati per l’elezione del CD.

 

    1. Si può esprimere un numero di preferenze non superiore ai 2/3 degli eleggibili scelti fra i candidati inseriti nell’elenco allegato alla scheda, comunque fra i soci.

 

    1. Le schede votate devono pervenire alla commissione elettorale entro il giorno antecedente quello fissato per l’assemblea.

 

    1. La commissione elettorale provvederà ad introdurre nell’urna tutte le schede giunte in tempo utile prima dell’inizio delle operazioni di voto che si svolgeranno durante l’assemblea.

 

Art.23

Il CD nella sua prima riunione nomina il presidente del Club, il o i vicepresidenti, il segretario ed il tesoriere ed assegna gli incarichi agli altri consiglieri.

Art.24

Il CD si riunisce di norma una volta al mese, in un giorno stabilito dal CD stesso senza necessità di convocazione scritta, per lo svolgimento dei lavori normali.

Art.25

Il Presidente può convocare il CD al di fuori della ritualità ogni qual volta lo ritenga opportuno con convocazione scritta, verbale o telefonica almeno 10 giorni prima della riunione specificando l’O.d.g. dei lavori.

Art.26

Il CD può essere convocato anche da un consigliere che abbia l’appoggio di almeno la metà del consiglio stesso.

Art.27

I componenti del CD che non possono partecipare ai lavori, sono invitati per correttezza ad avvisarne il Presidente o il segretario od un altro componente del consiglio.

Art.28

Il consigliere che immotivatamente rimane assente per tre sedute consecutive viene dichiarato decaduto e sostituito con il primo dei non eletti.

Art.29

Il CD all’unanimità pu������ portare modifiche al regolamento interno ed anche predisporne uno nuovo che verrà sottoposto per la ratifica all’assemblea dei soci.

IL PRESIDENTE

Art.30

Il Presidente è il legale rappresentante del CCV, può compiere tutti gli atti, non espressamente riservati ad altri organi, per il raggiungimento degli scopi statutari.

Art.31

Conferisce deleghe al o ai vicepresidenti per lo svolgimento di particolari mansioni o per intrattenere contatti particolari.

Art.32

Istituisce commissioni di lavoro

Art.33

Il Presidente disgiuntamente dal Tesoriere, firma i documenti per i prelievi dai fondi depositati presso l’istituto di credito od il conto corrente postale fino all’ammontare di lire 5.000.000 euro 2582,285; oltre tale somma opera congiuntamente con il Tesoriere.

IL VICEPRESIDENTE

Art.34

In assenza del Presidente i poteri sono esercitati dal Vicepresidente più anziano di età.

Art.35

Qualora in possesso di una delega del Presidente, il vice presidente opera liberamente nell’area di lavoro assegnatali.

Art.36

Relaziona sul proprio operato direttamente al Presidente.

IL SEGRETARIO

Art.37

Il segretario cura l’attivit�������������� degli organi sociali in particolare:

    1. Prepara i lavori dell’assemblea

 

    1. Segue l’attuazione delle deliberazioni

 

    1. Redige il verbale delle riunioni del CD

 

    1. Redige il verbale dell’Assemblea

 

    1. Esercita il controllo sulle votazioni per il rinnovo delle cariche.

 

IL TESORIERE

Art.38

    1. Il tesoriere è preposto all’amministrazione contabile del Club

 

    1. Firma i documenti di prelievo dei fondi depositati presso l’istituto di credito o l’ufficio postale fino ad un importo di lire 5.000.000 euro 2582,285; oltre tale importo opera con firma congiunta del Presidente.

 

    1. Redige il bilancio preventivo e conto consuntivo da sottoporre al controllo del Collegio dei Revisori dei Conti e all’approvazione del CD.

 

Art.39

    1. I soci del CCV possono essere ordinari, famigliari, giovani.

 

    1. È socio ordinario il componente del nucleo famigliare che paga la quota sociale.

 

    1. Sono soci famigliari i parenti e affini del socio ordinario con lui conviventi

 

    1. Sono soci giovani quelli che hanno un’età compresa fra i 14 e i 28 anni e pagano la quota sociale giovani.

 

Art.40

Il voto in Assemblea spetta a:

    1. Tutti i soci ordinari in regola con il pagamento della quota sociale,

 

    1. Ai soci famigliari maggiorenni

 

    1. Ai soci giovani in regola con il pagamento della quota sociale giovani.

 

Art.41

Il CCV tiene un libro cassa, un libro soci, un libro verbali dell’assemblea il libro verbali del CD.

Art.42

Di ogni seduta del CD, dell’assemblea ordinaria e di quella straordinaria viene redatto un verbale firmato dal Presidente e dal segretario.

Art.43

Il capitale liquido è depositato presso uno o più istituti di credito, è aperto anche un conto corrente

postale.

Art.44

Le spese sostenute dai membri del CD, del collegio dei Probiviri, dal collegio dei Revisori dei conti, oltreché dal segretario e dai membri delle commissioni e comitati, a causa di un compito affidato o per necessità di ufficio, sono rimborsati su documenti giustificativi o su presentazione di una nota spese firmata.

Art.45

    1. Le commissioni sono costituite da almeno tre membri scelti anche fra i non soci purché esperti della materia. Possono essere nominati comitati ad hoc con almeno due membri scelti come sopra.

 

    1. Le commissioni ed i comitati sono presiedute da un membro del CD

 

    1. Tutte le deleghe e le nomine per gli incarichi, decadono con lo scadere del mandato del CD.

 

PARTE SECONDA

Art.1

Il tesoriere sottopone al CD per l’approvazione il conto consuntivo corredato dalla relazione del collegio dei revisori dei conti.

Art.2

L’Assemblea esamina una relazione del Presidente prima dell’approvazione del bilancio preventivo, che conterrà un programma di attività, e prima dell’approvazione del conto consuntivo, che conterrà lo stato patrimoniale.

Art.3

L’avviso di convocazione dell’Assemblea deve contenere l’ora della convocazione sia in prima che in seconda convocazione.

Art.4

Il CD si riunirà almeno 10 giorni prima della spedizione dell’avviso di convocazione dell’Assemblea al fine di esaminare ed aggiungere argomenti all���O.d.g. per l’Assemblea.

Art.5

Il segretario cura la preparazione dell’Assemblea.

Art.6

L’Assemblea nomina la commissione verifica poteri (due membri) e tre scrutatori.

Art.7

Nel caso di elezioni per il rinnovo delle cariche sociali, gli scrutatori dopo lo scrutinio, comunicano il risultato al presidente dell’Assemblea, che ne da immediata notizia ai presenti ed insedia il nuovo CD.

Art.8

Il nuovo CD se è presente la maggioranza si riunisce subito per l’elezione fra i suoi membri del Presidente.

Art.9

I membri del CD che non saranno presenti al momento della proclamazione del risultato delle elezioni dovranno essere notiziati a mezzo posta entro 10 giorni.

Art.10

Il CD è convocato con avviso scritto da spedirsi almeno 10 giorni prima della data della seduta.

Art.11

Le nomine del segretario e del tesoriere avverranno su proposta del Presidente.

Art.12

In caso di dimissioni o cessazione di un membro del CD subentrerà il primo dei non eletti.

Art.13

Il presidente del collegio dei revisori dei conti sarà invitato alle sedute del CD



Back to Top